TORNEO 2017: le canzoni scelte dalle Contrade!

song17

È tutto pronto per la settima edizione del Torneo dei Capatosta, la sfida di calcio a 5 tra le Contrade di Mola di Bari in programma domani, 14 Maggio, al Palasport di Mola a partire dalle ore 16:00. In questa edizione, Drago, Giglio e Stella si sfideranno in un triangolare alla conquista del titolo di Campione d’Argento, ma non mancherà il supporto della presenza delle altre Contrade non partecipanti (Terra e Noria non posseggono un consiglio di rappresentanza; il Fuoco ha comunicato la propria assenza dovuta alla mancanza di una squadra).

Stampa

L’Albo d’Argento di Mola attualmente è così composto:

2016 – Contrada della Noria
2015 – Contrada della Noria

2014 – Contrada della Noria
2013 – Contrada della Terra
2012 – Contrada della Stella
2011 – Contrada della Stella

Come da tradizione, le Contrade hanno scelto una canzone che accompagnerà la propria squadra ad ogni vittoria e verso la scalata al titolo di Campione d’Argento di Mola. Ecco i brani scelti rispettando la classifica del Torneo 2016.

Il brano scelto dalla Contrada del Drago è The Final Countdown, una famosissima canzone della rock band svedese Europe, scritta dal cantante Joey Tempest. È stata pubblicata come singolo di lancio e title track del terzo album in studio del gruppo, The Final Countdown nel 1986. Il singolo ha raggiunto il primo posto in 25 paesi, incluso il Regno Unito, in cui è stato certificato disco d’oro per le vendite nel 1986. Negli Stati Uniti, il singolo si è piazzato all’ottavo posto della Billboard Hot 100 e alla diciottesima posizione della Mainstream Rock Songs. In Italia è rimasto per nove settimane consecutive al primo posto in classifica, risultando il secondo singolo più venduto nell’anno 1987. In totale, ha venduto quasi 12 milioni di copie in tutto il mondo.

Il testo della canzone venne ispirato da quello di Space Oddity di David Bowie.

Quando fu il momento di scegliere il primo singolo estratto dall’album The Final Countdown, Tempest suggerì la canzone The Final Countdown. In origine la band non aveva mai pianificato di pubblicare il pezzo come singolo, e alcuni membri volevano che Rock the Night fosse il primo singolo. The Final Countdown venne scritta per essere la canzone di apertura nei concerti, e nessuno pensò mai sarebbe diventato un successo. Ma quando la loro etichetta discografica Epic Records insinuò che doveva essere il primo singolo, il gruppo decise di pubblicarlo.

Come ha affermato Joey Tempest riferendosi alla canzone:
« È sempre una bella sensazione. A volte la senti per le strade o qualcuno l’ha sul proprio cellulare o qualcosa del genere… è una bella sensazione! A dire il vero, ho fatto un’intervista circa un anno fa con un giornale americano e hanno parlato di come sia stata molto utilizzata nello sport in America… di cui io non conoscevo molto. A quanto pare è stata usata molto ed è stato bello sentirselo dire. La cosa ironica, però, è che la canzone è stata in realtà scritta per i fan. Era lunga più di sei minuti e non era mai stata pensata per essere un successo o qualcosa di simile. Era stata concepita per essere l’apertura degli spettacoli “live”. Stavamo lavorando al nostro terzo album e volevamo una vera “grande” apertura per lo show. Così, avevo questo “riff” nascosto in un cassetto risalente ai miei anni universitari e l’ho tirato fuori, trovandogli un tempo, scrivendo il testo e si è rivelato essere una ottimo pezzo introduttivo per l’album così come per gli show. Al giorno d’oggi, non la proviamo ma quando la suoniamo dal vivo, risulta ancora così incredibile! Comunica così bene con il pubblico e amiamo davvero suonarla. »

La Contrada del Giglio tiferà la squadra dei nobili sulle note di Eye of the Tiger, famosa canzone della rock band statunitense Survivor, scritta da Jim Peterik e Frankie Sullivan. È stata pubblicata come singolo di lancio del terzo ed eponimo album in studio del gruppo, Eye of the Tiger l’8 maggio del 1982. La canzone ha riscosso un notevole successo grazie soprattutto alla sua inclusione nella colonna sonora del film Rocky III interpretato da Sylvester Stallone. La canzone venne scritta su richiesta di Stallone stesso, che non era riuscito ad ottenere il permesso per utilizzare Another One Bites the Dust dei Queen. La versione inclusa nel film differisce leggermente da quella originale in quanto presenta i ruggiti di una tigre. Nel 1983, la canzone venne candidata sia all’Oscar che al Golden Globe, perdendo in entrambe le occasioni contro Up Where We Belong di Joe Cocker e utilizzata per il film Ufficiale e gentiluomo.

Il singolo è stato un enorme successo commerciale, riuscendo ad entrare nelle classifiche di tutto il mondo. Complessivamente, Eye of the Tiger ha venduto più di 9 milioni di copie nel mondo ed è oggi uno dei singoli più venduti di sempre.

La canzone tratta della vita di ogni tipo di lottatore di strada, invita a rialzarsi dopo la solitudine passata, a non cedere la gloria per la fama mondiale e che chi lo fa è in grado di guardare tutti dalla notte con gli “occhi della tigre”. È ricordata per il suo riff di chitarra e per il suo ritornello granitico. La canzone è stata premiata come Miglior performance rock di un duo o gruppo ai Grammy Awards 1983. Nel 2009 è stata inserita alla posizione numero 63 nella classifica delle “100 più grandi canzoni hard rock” stilata da VH1.

Sylvester Stallone, che prima di diventare regista e attore lavorava in un cinema, era solito annotarsi le frasi dei film che lo colpivano particolarmente: il titolo di questo brano è ispirato ad una frase del film del 1969 La stirpe degli dei con Anthony Quinn in cui si cita la frase “ogni giorno affronta la vita con gli occhi della tigre”.

La Contrada della Stella sceglie uno dei brani più trasmessi dalle radio, Believer, singolo del gruppo musicale statunitense Imagine Dragons, pubblicato nel gennaio 2017.

Nel video diretto da Matt Eastin, sullo sfondo di un’ambientazione futuristica, si vede il cantante della band Dan Reynold impegnato in uno scontro di pugilato, il suo avversario è l’attore Dolph Lundgren, lo stesso che vestì i panni del terribile Ivan Drago in Rocky IV.

«Believer racconta della ricerca di un posto dove trovare pace e sicurezza in se stessi – ha detto Reynold della clip – Il video raffigura un uomo che affronta se stesso, la cosa più difficile da fare, e nel frattempo è un tributo ad alcuni dei film più classici con cui siamo cresciuti».

Il Torneo sta arrivando! Vi aspettiamo il 14 Maggio al Palazzetto dello Sport di Mola di Bari per tifare la vostra Contrada!

fonte: wikipedia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...